IL NUOVO VIDEO DI MARINO ALFANI: YACHT DESIGN E CREATIVITÀ

image description

IL NUOVO VIDEO DI MARINO ALFANI: YACHT DESIGN E CREATIVITÀ

Lo yacht designer bergamasco Marino Alfani si racconta in un nuovo video: un breve e suggestivo racconto su come nasce il progetto di un’imbarcazione. Marino Alfani, nome noto nel mondo dello yacht design, ha ideato più di 50 progetti, firmando imbarcazioni di varie dimensioni, ma anche tender e gommoni. Tra i suoi committenti ci sono cantieri come Rio Yachts, Rose Island, Dariel Yacht, Castoldi Jet Tender, I.C. Yacht, Sedna Yachts e molti altri.

Un curioso viaggio che mostra come da un’idea possa nascere uno schizzo a mano che darà vita a un progetto complesso e completo in ogni dettaglio. Questo è il nuovo video di Marino Alfani, affermato progettista che ha collaborato con cantieri del calibro di Portofino Marine, Icon Craft, Rio Yachts, Rose Island, Dariel Yacht, Castoldi Jet Tender, Imago Yacht, I.C. Yacht, Cantieri Estensi e Abate Primatist. Tra le imbarcazioni più significative che portano la sua firma ci sono il Granturismo 60, ammiraglia del cantiere Rio Yachts, e un originale 100 piedi che sarà varato a breve, progettato per il cantiere brasiliano Sedna Yachts. Con il brand francese Icon Craft sta poi sviluppando una linea di imbarcazioni sportive da 22 a 40 piedi e nel frattempo sta curando alcuni progetti custom, in ambito nautico e residenziale.

Come si vede nel video appena lanciato, Marino Alfani parte sempre e comunque dal disegno a mano libera, tanto che ama definirsi “all’antica”:tra gli strumenti di lavoro non riesce, infatti, a rinunciare al tecnigrafo, da cui prendono vita yacht moderni e all’avanguardia, di diverse taglie e tipologie, pensati per rispondere alle esigenze di armatori e naviganti di ogni parte del mondo.

Il suo stile si traduce in linee esterne tese e pulite, che definiscono barche filanti, con vetrate grandi e continue. Equilibrio e proporzioni connotano gli esterni, scevri da linee curve e orpelli. Gli arredi, semplici, prevedono spesso l’accostamento tra vari materiali: pannelli di cuoio, dettagli di acciaio e legni di pregio. Giochi di luce e tonalità a contrasto arricchiscono e impreziosiscono ulteriormente gli ambienti.

Dopo la laurea in Disegno Industriale al Politecnico di Milano, un master in yacht design e un’esperienza presso l’Officina Italiana Design, storico studio di progettazione, nel 2007 Alfani ha inaugurato lo studio Marino Alfani Design, a Bergamo. Si è fatto strada fra i nomi noti della nautica fino a conquistare una sua

nicchia di mercato, collaborando con cantieri italiani e stranieri, in particolare del Sudamerica (soprattutto Brasile) e degli Stati Uniti.

Dal 2016 è inoltre relatore esterno per le tesi universitarie allo IAAD, Istituto d’Arte Applicata e Design di Torino, mentre dal2017 collabora con la Scuola d’Arte Applicata Andrea Fantoni di Bergamo, dove tiene diversi workshop sulla progettazione nautica.

Tra i riconoscimenti più importanti ricevuti da Alfani si annoverano il MYDA – Millenium Yacht Design Award, assegnatogli nel 2010 per il progetto Dlimo e poi di nuovo, due anni dopo, per il progetto Hospital Boat, che ha avuto un grande seguito mediatico. Sempre nel 2012, grazie al progetto Rio Espera 34, l’Associazione per il disegno Industriale gli ha conferito la candidatura al Compasso d’Oro.  Nel 2017 il designer ha ricevuto, inoltre, una nomination all’European Power Boat of the Year,per Rio Colorado 44, e la nomination agli Yacht Trophyes Award, con Rio 60 GC. Nel 2018, grazie al progetto Rio Spider 40, ha infine nuovamente ottenuto una candidatura all’European Power Boat of the Year.