DREAMLINE YACHTS AL CANNES YACHTING FESTIVAL 2018

Dreamline Yachts rinnova la sua presenza sul mercato attraverso un notevole ingrandimento degli spazi produttivi, la progettazione di una linea inedita e una nuova immagine coordinata.

È un momento di grande rinascita per Dreamline Yachts, che sceglie di rinnovare la sua presenza sul mercato attraverso un notevole ingrandimento degli spazi produttivi, la progettazione di una linea inedita e, non ultimo, una nuova immagine coordinata. Non cambiano, invece, alcuni punti fermi che da sempre caratterizzano il cantiere, come la scelta di offrire prodotti di alta gamma con un’ampia possibilità di personalizzazione.

Dreamline Yachts è fiera di partecipare al Salone di Cannes, occasione perfetta per illustrare le molteplici novità che stanno caratterizzando la sua attività. Prima tra tutte, la prèmiere mondiale del Dreamline 35, esempio perfetto della capacità di Dreamline Yachts di offrire il meglio del made-in-Italy più esclusivo. Il modello è nato dalla collaborazione fra Team for Design di Enrico Gobbi e il Tecnical Department di Dreamline. Le eccezionali performance sono garantite dalla carena sviluppata da Arrabito Naval Architects,nella persona di Giuseppe Arrabito. Totalmente personalizzabile negli interni come tutti i progetti DreamlineYachts, questa imbarcazione si caratterizza per un design esterno dalle linee nette e filanti e per gli eleganti quanto spaziosi ambienti interni, dove raffinati giochi di specchi regalano la sensazione di vivere in spazi ancora più ampi.

Nel corso della conferenza stampa al salone, Paolo Bencivenni, CEO Dreamline, ha annunciato anche l’avvio dei lavori per un capannone di 4mila metri quadrati, che verrà adibito alla produzione della vetroresinae che va ad addizionarsi al già presente capannone di 8mila metri quadrati inaugurato due anni fa a Fano. Investimenti che, necessariamente si traducono nell’assunzione di nuovo personale, maestranze e ingegneri che rendono possibile il sogno Dreamline.

Per i prossimi anni, inoltre, Dreamline continuerà a puntare sulla customizzazione dei suoi prodotti, sulla fidelizzazione degli armatori e sull’ampliamento della gamma offerta, introducendo una nuova linea di prodotto che includerà barche di minori dimensioni. Si partirà, quindi, da un entry level di 68 piedi a fino ad arrivare a yacht totalmente custom di misure maggiori.In contemporanea il cantiere sta rinnovando anche la sua immagine, promuovendo un’attività di re-stylingche verrà svelata nei prossimi mesi.

“Per l’azienda questo è stato un anno positivo, soprattutto per l’ottimo portafoglio ordini acquisito. Dal 2012 – anno di fondazione – ad oggi, il cantiere può vantare ben 7 barche varate e altre 8 in produzione. Nonostante la costante crescita – ha concluso sempre Bencivenni– Dreamline Yachts continua a considerarsi un’azienda gestita da un gruppo di amici in cui è fondamentale il rapporto con il cliente”.  A conferma di ciò lascelta dell’azienda di donarea ogni armatore che acquista uno yacht Dreamline un gioiello personalizzato e unico realizzato da Bykovs’ Jewelry.”